Ricetta-Birranzo.

Birranzo, Ricetta di Manzo alla Birra Grain di Scozia.

Ricetta Birronzo - Manzo e Paradox Grain

Comincia la rubrica delle ricette a base di birra. BIRRANZO, prima della serie, ma secondo piatto per tradizione; sfizioso, intenso e facile da cucinare. Ingredienti per 4 persone e circa 1/2 ore della vostra giornata (tempo di preparazione) per sorprendere i vostri ospiti ed i vostri amici; ci auguriamo, amanti del magico mondo delle birre storiche e artigianali e di un buon piatto di carne. Ricetta di manzo a base di una delle STOUT scozzesi più intraprendenti e particolari: la Paradox Grain della Brewdog.

 

INGREDIENTI
  • Manzo: 1 kg
  • Birra Paradox Grain: 500 ml (ma anche 66 cl, 2 bottiglie, possono andar più che bene)
  • Cipolla bianca: 1 grande
  • Sedano: 2 gambi
  • Carote: 2/3 (dipende dalla grandezza)
  • Alloro: 3/4 foglie
  • Farina, sale, pepe nero e pepe rosso: quanto basta
  • Olio Extra Vergine di Oliva: 3 cucchiai (1 per il condimento finale)

 

PREPARAZIONE

1 – Sedano, Cipolla e Carote: prendete la cipolla e tritatela finemente. Tagliate a rondelle i 2 gambi di sedano fresco e tagliate a cubetti le 2/3 carote, prima ripulite.

2 – La Carne di Manzo: tagliatela a pezzetti grandi come una castagna. Mettete la farina (quanto basta per l’infarinatura di 1  kg di carne) in un piatto o in una ciotola capiente, ed infarinate per bene lo spezzatino.

3 – La prima Cottura in Padella: mettete 2 cucchiai di olio in una padella alta, abbastanza grande, buttate dentro tutti i bocconcini di carne appena infarinata e fate rosolare a fuoco basso (circa 1/2 minuti). Appena rosolati, aggiungete nella padella sedano, cipolla e carote e fate rosolare ancora 1 minuto.

4 – Il Momento dell’Alloro: aggiungete le foglie di alloro (intere, preferibilmente, ma alcuni preferiscono spezzettarle), coprite la padella con un coperchio e lasciate insaporire per qualche minuto.

5 – Il Momento della Birra Stout: dopodiché, prendete la birra artigianale Brewdog Paradox Grain (dai 5 malti e invecchiati in botti di Bourbon) e versatela, in modo uniforme e lentamente, nella padella. Con 2 bottiglie da 33 cl si ottiene un risultato più sugoso. Fatto questo, alzate la fiamma e portate tutto ad ebollizione.

6La seconda Cottura del Birranzo: a bollore raggiunto, abbassate la fiamma a fuoco medio, muovete la carne per farla cuocere per bene e tenete in cottura fino a che non si sarà formata una salsa densa (birra, olio e acqua degli ortaggi, si restringono) e la carne non sarà diventata morbida. Se non potete usare una delle STOUT più buone di Scozia, potete sostituirla con una qualsiasi birra scura, purché artigianale.

7 – Il tocco finale: raggiunta la cottura ottimale (o desiderata, in base ai gusti), aggiungere un pizzico di sale e una punta di pepe, nero e rosso (macinato, meglio). Togliete le foglie di alloro (chi ama spezzettarlo, le lascia sulla carne e serve così il piatto) e insaporite la carne con un filo di olio extra vergine di oliva, crudo (1 cucchiaio) e servite a tavola.

 

BIRRA DI ACCOMPAGNAMENTO

Ovviamente, la stessa che avrete usato per preparare la ricetta di manzo “Il Birranzo”. La Brewdog Paradox Grain sarebbe l’ideale sia per cucinare il piatto sia da bere a tavola. In alternativa, consigliamo l’italianissima Rose Mary’s Stout e/o la centenaria inglese St. Austell 1913 Cornish Stout, birra artigianale della Cornovaglia.

 

[magento pid=’87, 224, 112′]

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *